GIANLUIGI MARIANINI

Marianini a 'Lascia o Raddoppia' con Mike Bongiorno Nasce a Lanzo Torinese, in provincia di Torino, nel 1918.
Si laurea in Filosofia, poi consegue una seconda laurea in Giurisprudenza, intraprende l’attività di insegnante di filosofia, per poi conseguire una terza laurea in Diritto Canonico.
Marianini si fa conoscere al grande pubblico italiano partecipando al quiz di Mike Bongiorno Lascia o raddoppia?. Marianini, che risponde a domande su 'Storia della moda e del costume', diventa uno dei campioni di Mike più popolari.
Personaggio per eccellenza, uno dei primi anticonformisti, il dandy estroso e pazzerellone, capelli a spazzola, un filo di barba curatissima, occhiali, indossa abiti stravaganti, distaccato dalla realtà e con la battuta sempre pronta, Marianini vincerà la finalissima di 'Lascia o raddoppia?'. Un giornalista de 'Il Giorno' lo definisce “lo sfottente barboncino”, 'Tv Sorrisi e Canzoni' lo presenta nell’intimità famigliare accanto alla moglie che pazientemente lo assiste.

Chiusa la parentesi televisiva, Marianini continua a vivere all’insegna della più completa libertà, dedicandosi in particolare ai problemi dello spirito, dell’occulto e della vita dopo la morte. Studia satanismo, esoterismo, tiene diverse conferenze sull’esoterismo e sulla cristianità, diventa direttore di alcuni centri culturali: 'Centro Studi Don Sturzo', 'Circolo dei Ciclopi' e partecipa a svariati convegni e manifestazioni in cui spesso è richiesto più per la sua popolarità televisiva che per la sua competenza di studioso.
Ospite di numerose rassegne gastronomiche si costruisce una fama di esperto del gusto: "In realtà quello è l’unico modo in cui mi riesce di… mangiare". Alla fine degli anni ’70 Marianini si ripresenta in video in un nuovo quiz condotto da Mike Bongiorno, senza avere però la fortuna di vent’anni prima. Poi a lanciarlo di nuovo è l’emittente GRP Torino per la quale conduce 'Marianini e l’etere'.
Nel 1989 Marianini torna in RAI al fianco di Piero Chiambretti che lo sceglie come figura storica della tv nel suo programma 'Prove tecniche di trasmissione'; nel 1995, ormai ultrasettantenne appare in gran forma in un altro programma di Chiambretti, 'Il laureato'. Marianini tiene brillantemente testa alle battute di Chiambretti dimostrandosi ancora una volta campione di una raffinata e tutta italiana 'arte di arrangiarsi'.
Ultimamente Marianini è un po' dimenticato a livello nazionale, anche se in Piemonte è ancora molto popolare. Negli anni ’90 Gianluigi Marianini ha lavorato a TeleCupole ove ha presentato 'Il corpo e l’anima'.


(da www.storiaradiotv.it)