PAOLA MASTROCOLA

Paola MASTROCOLA è nata nel 1956 a Torino dove tuttora risiede.
Insegna in un liceo scientifico di Nichelino (TO).
Dopo la Laurea, ha insegnato Letteratura Italiana all’Università di Uppsala, in Svezia.
Fino al 1992 ha scritto commedie per ragazzi per la Compagnia del Teatro dell’Angolo; ha inoltre pubblicato due raccolte di poesie, La fucina di quale Dio (Genesi 1991), e Stupefatti (Caramanica 1999), nonchè due raccolte di poesie e saggi sulla letteratura italiana del Trecento e del Cinquecento.
Il suo esordio narrativo è avvenuto con La gallina volante, edito da Guanda, col quale ha vinto il Premio Italo Calvino per l’inedito 1999, il Premio Selezione Campiello 2000 e il Premio Rapallo Carige per la Donna Scrittrice 2001. Con Palline di pane (Guanda 2001) è stata finalista al Premio Strega 2001.
Con il suo terzo romanzo intitolato Alberi maestri (Guanda 2003), un romanzo di "sformazione", Paola Mastrocola torna a parlare di scuola, non più vista dalla parte dei professori, ma da quella ancor più intrigante degli studenti.
Nel 2004 vince il Premio Campiello con Una barca nel bosco, storia di un talento sprecato e pubblica La scuola raccontata dal mio cane, un saggio che fa discutere.
Il suo ultimo libro PIÙ LONTANA DELLA LUNA racconta, tra il realistico e il paradossale, le avventure e le scoperte di una ragazza semplice ma amante della poesia che, nel pieno dei politizzaticissimi anni '70, dopo molte vicissitudini incontrerà il sogno che, forse, non sapeva di avere, l'AMORE DA LONTANO.